Gaming, eSports e gambling, il futuro è oggi: numeri strabilianti e previsioni rosee per l’industria

L’industria dell’intrattenimento ha nella sua punta di diamante il mondo del gaming e degli eSports, in cui negli ultimi anni sono stati compiuti passi da giganti in fatto di progressi tecnologici. Oggi si gioca meglio, in modo più realistico, più veloce, si gioca ovunque e in qualsiasi momento. Ed è per questo che il mondo degli e-sports sta registrando numeri altissimi.

L’industria dei videogiochi in Italia ha incassato, nel 2020, circa 2,2 miliardi di euro. A stabilirlo è stata una ricerca che Censis ha realizzato in collaborazione con IIDEA. L’impresa videoludica in Italia conta su 160 aziende con almeno 1600 dipendenti. Il 79% di questi ha meno di 36 anni, a dimostrazione di come sia un’industria riservata alle nuove generazioni. Il fatturato è pari a circa 90 milioni di euro, ma sono cifre destinate ad aumentare.

Gaming, cosa ne pensano gli italiani

La pandemia da Coronavirus ha infatti costretto molte persone a restare a casa e le ha invogliate a cercare nuove forme di intrattenimento, tra cui il gaming. I più giovani hanno giocato di più e qualcun altro vi si è invece approcciato per la prima volta. I numeri sono inevitabilmente destinati a crescere nel giro di cinque anni. Secondo le previsioni Censis, infatti, investendo 45 milioni di euro nel prossimo lustro, il fatturato salirebbe a 357 milioni entro il 2026. Inoltre, in cinque anni si potrebbero creare 1000 posti di lavoro e 360 milioni di investimenti privati, mentre il gettito fiscale ammonterebbe a 81 milioni.

Cosa ne pensano gli italiani dei videogiochi? L’85,9% li trova divertenti, il 68,2% di questi li definisce coinvolgenti ed emozionanti. Il 60,8% li definisce come intuitivi e facili da utilizzare, mentre il 52% sostiene che insegnino nuovi abilità e incrementino capacità come il problem solving e il decision making. Il 42,2% ritiene che aiutino a socializzare, mentre il 59,1% degli italiani sostiene che possano portare ad un contributo nella divulgazione scientifica.

Il boom del gambling online

C’è un altro settore ludico che, online, sta registrando progressi inediti. È quello dei casinò online, che ha sfruttato gli stessi vantaggi e lo stesso periodo storico del gaming per esplodere e apportare sempre più miglioramenti tecnologici alla propria offerta di gioco. La componente ludica è aumentata, gli impulsi e gli stimoli al giocatore anche, si gioca più velocemente, ovunque e in qualsiasi momento. Per l’anno 2020 si è registrato un +20,28% nell’anno 2020. Ma i numeri cresceranno nei dati nel 2021 e nelle stime del 2022. Sono facili da rintracciare e si possono praticare anche senza spendere denaro, grazie ai vari bonus free spins senza deposito. In Italia 3 milioni di utenti hanno scelto le slot machine nella modalità gratis demo.